FRANCAVILLA FONTANA - Villa comunale Pietro Palumbo

Viale Vincenzo Lilla

Situata in zona urbana, in prossimità del centro storico, la villa è compresa tra viale Vincenzo Lilla, via Maria Montessori, via Luigi Raggio e la strada statale 603. Interamente recintata, la villa è accessibile dalle tre strade urbane (è esclusa la strada statale) negli orari di apertura al pubblico. È l’area verde più vasta della città; si sviluppa su un territorio pianeggiante, leggermente declinante verso via Luigi Raggio, su una superficie di circa 15.000 mq. Di proprietà del Comune di Francavilla Fontana, è protetta da vincolo ope legis.

 

Il terreno da destinare a Villa comunale fu acquistato nel 1963 dal sindaco Vincenzo Di Geronimo. Una prima sistemazione – relativa alla zona antistante il viale Lilla – e l'apertura al pubblico, nel 1967, sono un risultato dell’amministrazione guidata dal sindaco Pompeo Braccio. La Villa è stata intitolata a Pietro Palumbo, cittadino eminente di Francavilla Fontana. Nato nel 1839, fu storico e sindaco della città per due mandati; la sua opera più nota è l’autorevole Storia di Francavilla Fontana, nella quale sono illustrate non solo le vicende storico-politiche della città ma anche l’economia, l’architettura, le personalità illustri di Francavilla.

 

Di forma geometrica regolare, la Villa è strutturata secondo la tipologia del giardino all'italiana, con aiuole geometriche delimitate da siepi di bosso e cordoli in mattoni di pietra.

 

Nel versante Nord, un grande viale centrale taglia longitudinalmente l’intero giardino sull’asse via Raggio-viale Lilla; da questo si dipartono viali laterali di minore larghezza. In corrispondenza dell’accesso di via Raggio, il viale presenta un’aiuola circolare, arricchita da un’opera scultorea; all'estremità prospiciente viale Lilla, è presente un’aiuola circolare, con fontana centrale in cemento su basamento rialzato in pietra calcarea. Lungo tutti i viali sono collocate panchine in legno e ferro.

Adiacente il viale centrale, è collocata una pista da pattinaggio delimitata da una ringhiera in ferro e da un basso cordolo in cemento.

 

La vegetazione è rigogliosa, costituita sia da essenze arboree (pini, querce e lecci secolari, palme, magnolie, abeti) sia da diverse specie arbustive, tra cui oleandri, bossi e rose.

 

Il versante Sud del giardino presenta gli elementi architettonici più imponenti. Una zona ampia è occupata da un’area giochi pavimentata in mattoncini di calcestruzzo (betonelle) e da un bocciodromo, delimitato da una ringhiera in ferro.

Attiguo all'area giochi, un vasto teatro “contenuto” in un terrapieno; al culmine delle gradinate che delineano l’emiciclo si trova un camminatoio delimitato da una ringhiera in ferro, accessibile tramite scalinata. Sul fronte opposto, un’esedra individuata da un colonnato in pietra a sei colonne; alle spalle di questa, una struttura architettonica semicircolare chiude parzialmente il teatro.

Scoperta nel 1969, è presente all'interno della Villa una tomba messapica, risalente al IV-III secolo a.C.

 

Il giardino è arricchito da alcune opere scultoree in pietra: una statua di Raffaele Argentieri (1902-1978, pittore, scenografo e scultore di Francavilla); un busto in pietra dedicato a Francesco Ribezzo (1875-1952, eminente glottologo e archeologo, nato a Francavilla); un autoritratto di Raffaele Argentieri, costituito da un busto in pietra su basamento dello stesso materiale, racchiuso da un cancello in ferro.

 

La Villa è delimitata interamente da abitazioni civili lungo la statale 603, e in gran parte lungo le tre strade urbane che la fiancheggiano. Il resto del perimetro è chiuso da una recinzione costituita da un basamento in pietra bugnata, sovrastato da lastre in pietra liscia e ringhiera in ferro.

 

Il giardino pubblico è in stato di conservazione non ottimale; necessiterebbe di interventi di ristrutturazione e manutenzione sia sugli elementi architettonici sia sul verde.

Scarica la scheda originale
curatore: dott.ssa Laura Cimaglia
Francavilla Fontana.pdf
Documento Adobe Acrobat 162.4 KB

latitudine 40°31'31.6"N, longitudine 17°34'55.2"E

orari di apertura:

invernale: ore 8,00-13,00 e 15,00-21,00

 

estivo: ore 8,00-13,00 e 16,00-22,00

Galleria fotografica

Cliccare sulle immagini per ingrandirle


Regione Puglia

REGIONE PUGLIA

Assessorato al Mediterraneo,

Cultura, Turismo

Progetto co-finanziato con il

Programma delle Attività Culturali per il triennio 2013/2015 ai sensi dell'art.14 della L.R. n.6/04-DGR n.1185/2013

con il sostegno di

ITALIA NOSTRA

Consiglio Regionale Puglia


eido lab
progeva