brindisi

parco tommaseo

In origine il luogo in cui sorge l’odierno parco e l’ex edificio del Niccolò Tommaso era denominato “Villa Dionisi”, per via dell’edificio residenziale di proprietà privata un tempo presente.

Confina con via Amerigo Vespucci; ex Collegio Niccolò Tommaseo; Via Ettore Ciciriello; Via Benedetto Brin.

 

Nel 1934 l’architetto Gaetano Minnucci fu incaricato dal Comando Centrale dell’ONB per la progettazione dell’Accademia Marinara di Brindisi. Sul luogo in cui fu costruito l’edificio vi era “Villa Dionisi”, villa privata in stile orientaleggiante di fine ‘800, già avente un giardino ricco di alberi. 

L’arch. Minnucci integrò il giardino nella progettazione dell’edificio; infatti, la scala principale che collegava il collegio con la banchina del porto fu collegata lateralmente con dei percorsi pedonali e dei sentieri sterrati. 

Nel 1936 iniziarono i lavori di costruzione dell’edificio, nell’ottobre del 1937 il Collegio navale della Gioventù Italiana del Littorio entrò in funzione, anche se i lavori di completamento continuarono fino al 1939; nel 1941 l’edificio ebbe il collaudo finale. 

Dal 1943 al 1946 la struttura fu occupata dall’Accademia Navale di Livorno e fino al 1945 dall’Accademia Aeronautica. 

Nell’ottobre 1946 giunsero a Brindisi i profughi dalmati, istriani e giuliani e il collegio assunse la denominazione di “Collegio navale Niccolò Tommaseo” in omaggio al letterato dalmata.  

Dagli anni ’50 il Collegio svolse una intensa attività educativa, didattica e soprattutto sportiva, presentando nelle diverse competizioni, squadre di pallavolo, pallacanestro, atletica leggera, ciclismo, calcio, ma soprattutto di canottaggio.  

Una parte dell’edificio era anche occupata dall’istituto nautico, da alcune classi del liceo scientifico e della scuola media. 

Nel 1976 l’immobile e tutta l’area diventavano proprietà della Regione Puglia, in condizioni già fortemente compromesse e nel 1977 il collegio allora scarsamente frequentato cessò definitivamente l’attività. 

Da qui inizia una lunga storia di degrado che ha coinvolto per lungo tempo non solo l’ex collegio, ma anche l’area verde circostante. Nel 2018 la Regione cede al Comune, a titolo gratuito e per 99 anni, tutto il complesso immobiliare. Nel 2021 l’Amministrazione Comunale di Brindisi, dopo interventi di riqualificazione, apre al pubblico l’area verde. 

L’area verde si lega indissolubilmente con le vicissitudini che hanno riguardato l’ex Collegio Tommaseo, quindi lo stato di degrado che ha investito l’edificio ha compreso anche l’area verde antistante.

 

Il giardino si presenta di forma irregolare e non c’è uno schema preciso in quanto la vegetazione si estende su più livelli. La recinzione è presente nell’area perimetrale del parco, la staccionata è presente ai lati delle vie interne al parco.

Tra gli elementi decorativi sono presenti colonne scanalate tagliate alla sommità poste su un alto basamento; scudi circolari sul basamento.

Lo stato di conservazione complessivo di presenta mediocre.

L’ex collegio è posto a vincolo in quanto bene d’interesse culturale (art. 12 D.Lgs. 42/2004). La data del vincolo è 01-07-2011.

Il contenuto di Google Maps non è mostrato a causa delle attuali impostazioni dei tuoi cookie. Clicca sull' informativa sui cookie (cookie funzionali) per accettare la policy sui cookie di Google Maps e visualizzare il contenuto. Per maggiori informazioni, puoi consultare la dichiarazione sulla privacy di Google Maps.

Download
Scheda Parco Tommaseo - Brindisi
Schedatore: Domenica Ble
LISTA DI CONTROLLO PER LA SCHEDA PARCHI
Documento Adobe Acrobat 242.7 KB

galleria fotografica

Clicca per ingrandire