I giardini pubblici storici di Puglia

di Enza Rodio

 

La villa comunale, così comunemente è denominato il giardino storico, è un bene da tutelare come un qualsiasi monumento, perché come il “monumento” è un “ricordo” e quindi la testimonianza di un pezzo di storia della comunità.

Molto spesso è la parte superstite di grandi giardini privati o di terreni dove alle essenze naturali si sono aggiunte essenze esotiche, come la moda dei primi del secolo scorso dettava.

Nasce con l’intento di permettere a tutti di usufruire del verde e spesso accanto ad esso o anche confuso con esso si trova un parco della rimembranza.

Il giardino contiene viali, panchine, statue, gazebi, questi ultimi destinati ad accogliere manifestazioni culturali di vario tipo.

Con la presente pubblicazione, certamente non esaustiva, abbiamo voluto sottolineare la bellezza e la varietà dei giardini di Puglia e di conseguenza la necessità di salvaguardarli, mantenendo l’assetto originario, restaurandoli, ove necessario, preservandoli da azioni sconsiderate di chi non lo ritiene un bene comune.

L’Associazione Italia Nostra si prefigge, infatti, di far conoscere i nostri beni culturali, perché solo attraverso la conoscenza si può sperare che ogni cittadino riconosca il bene come proprio e di tutta la comunità e lo tuteli secondo giusti criteri.

Regione Puglia

REGIONE PUGLIA

Assessorato al Mediterraneo,

Cultura, Turismo

Progetto co-finanziato con il

Programma delle Attività Culturali per il triennio 2013/2015 ai sensi dell'art.14 della L.R. n.6/04-DGR n.1185/2013

con il sostegno di

ITALIA NOSTRA

Consiglio Regionale Puglia


eido lab
progeva